Lele Mora ultime notizie: l’agente dei vip al lavoro nei campi

Lele Mora ultime notizie: l’agente dei vip al lavoro nei campi
  • Commenti (1)
  • Condividi
  • Email
  • Stampa

Lele Mora out free after spending time in prison

Splash

Dopo l’esperienza in carcere, il famoso e popolare agente dei vip Lele Mora aveva annunciato la svolta alcuni giorni fa al programma radiofonico “La zanzara” di Radio24: «Dal primo ottobre lavorerò nella comunità di don Mazzi due o tre volte a settimana per sei ore, come volontario». In quella circostanza l’ex socio in affari di Fabrizio Corona aveva aggiunto che questa scelta non è stata imposta dal tribunale, ma dalla sua volontà. «In particolare curerò l’orto e organizzerò eventi – aveva detto Mora – per ristrutturare la Capanna dello zio Tom affidata dall’amministrazione comunale alla fondazione Exodus». Detto, fatto! Lele Mora era ieri al lavoro nei campi della fondazione a raccogliere il peperoncino. A lanciare lo scoop ci ha pensato il programma condotto da Giuseppe Cruciani e David Parenzo con Gabriele Parpiglia. Mora vuole davvero cambiare vita oppure ritornerà protagonista nello showbiz nazionale?

D.G.

Lele Mora non è amico a Nicole Minetti: “Il bunga bunga? Una barzelletta” [VIDEO]

Il potente e famoso agente dei vip, Lele Mora, non è amico a Nicole Minetti. L’ex socio in affari di Fabrizio Corona ha dichiarato ai cronisti presenti all’esterno del tribunale di Milano al termine dell’udienza del processo Ruby Rubacuori, dove è imputato insieme alla Minetti e a Emilio Fede per induzione e favoreggiamento della prostituzione anche minorile, che la consigliera regionale del Popolo della Libertà alla Regione Lombardia è solo una conoscente. Mora non si è voluto sbilanciare sulle dimissioni della Minetti, dichiarando che non spetta a lui decidere perché ognuno fa le sue scelte. Per quanto riguarda lo scandalo bunga bunga che ha travolto l’ex premier Silvio Berlusconi, l’agente delle star ha detto che è una barzelletta e si aspetta di essere assolto. Ha inoltre aggiunto che il Cavaliere è innocente e durante le sue cene si mangiava e si stava bene, senza travestimenti e festini.

D.G.

Lele Mora: “Per Fabrizio Corona avevo perso la testa”

lele mora mette la corona a fabrizio

Lele Mora è tornato a parlare della sua presunta storia d’amore con Fabrizio Corona al programma radiofonico La Zanzara di Radio24. Il famoso e popolare agente dei vip, che è uscito dal carcere con la volontà di voler cambiar vita, ha confessato che aveva perso la testa per l’ex marito di Nina Moric. Aveva le bistecche sugli occhi ed era soggiogato tantissimo. «A Corona ho dato parecchi soldi – ha detto Mora – per farlo stare sereno. Mi dispiace perché gli ho dato delle cose che potevo evitare di dargliele». Fabrizio Corona l’ha più volte ringraziato e si è anche molto dispiaciuto per la sua esperienza in carcere per via della bancarotta fraudolenta della LM Management.

La presunta love story tra Corona e Mora ha tenuto banco sui giornali e in Tv anche negli ultimi mesi. L’agente delle star ha consigliato alla consigliera regionale del Popolo della Libertà alla Regione Lombardia, Nicole Minetti, di scegliere tra la politica e le sfilate di moda. A quanto pare la sfilata senza veli della Minetti per Parah domenica scorsa ha fatto davvero scalpore… «Abbiamo già avuto Cicciolina che aveva sospeso i suoi spettacoli erotici quando faceva la parlamentare – ha detto l’agente dei vip -, è stata più dignitosa. Cicciolina era meglio. Neanche il Lele Mora di un tempo avrebbe fatto i complimenti alla Minetti». Con l’ex direttore del Tg4, Emilio Fede, non ha più nessun rapporto dopo le numerose cene e feste organizzate insieme alle ville dell’ex premier Silvio Berlusconi.

Lele Mora ha invitato il Cavaliere a ripresentarsi alle prossime elezioni politiche del 2013 poiché ama il suo Paese e c’è ancora bisogno di lui. Ha però sottolineato che non lo sente da molto prima del carcere, dal 7 gennaio 2011 ma è amico suo dal lontano 1986. L’ex socio in affari di Corona ha espresso commenti positivi sul sindaco di Firenze e candidato alle primarie del centrosinistra Matteo Renzi. «Se potessi voterei Renzi – ha asserito -, io non ho mai votato Berlusconi e il PdL. Renzi invece mi piace moltissimo. E’ un gran figo, sexyssimo. Può piacere a tutte le donne d’Italia. Una faccia un po’ sorniona – ha aggiunto -, un po’ strafigo e un po’ che trasmette sensualità».

Ora Mora lavora per don Mazzi e fa il volontario per tre volte alla settimana per sei ore al giorno. Ha davvero cambiato vita? Ritornerà protagonista dello showbiz nazionale? Molti vip se lo augurano, e voi?

D.G.

La richiesta shock di Olindo Romano a Lele Mora: “Portami in Tv”

Lele Mora

Lele Mora è stato scarcerato dopo ben 400 giorni di prigione a Opera e ha annunciato di voler cambiare vita. Showgirl, tronisti e personaggi della televisione hanno partecipato alcuni giorni fa alla sua festa nella casa di Milano, dopo un anno di buio e depressione. Nel carcere il potente e famoso manager dei vip ha dovuto subire il pressing del killer di Erba, Olindo Romano. Condannato all’ergastolo per la strage di Erba in cui l’11 dicembre 2006 morirono 4 persone, Romano avrebbe richiesto diverse volte al suo ex compagno di cella Lele Mora di farlo ritornare in televisione ad alcuni programmi targati Mediaset: da “Storie maledette” a “Quarto Grado”. L’indiscrezione è stata lanciata dal settimanale di gossip “Novella 2000″. Ma l’agente delle star è anche molto amico al padre del piccolo Youssef, Azouz Marzouk.

D.G.

Lele Mora è stato scarcerato: “Ora cambio vita”

Lele Mora

Lele Mora è stato scarcerato ed è tornato libero. La decisione è stata presa dal giudice di sorveglianza del tribunale di Milano, Roberta Cossia. L’agente dei vip era in carcere dal giugno 2011 per bancarotta fraudolenta della sua società, la Lm Management. Al momento si trova nella casa del figlio e potrebbe essere in seguito affidato alla comunità Exodus di don Mazzi. Il giudice ha dichiarato che Mora è in una grave situazione di stress psicofisico. E’ dimagrito di oltre 50 chili ed è anche depresso. Nel colloquio di alcuni giorni fa con il giudice Cossia, il popolare e famoso agente dei personaggi famosi si è assunto totalmente la responsabilità dell’illecito commesso attribuendolo a un modo di vivere e a un mondo di cui lui stesso si è dichiarato vittima. Ora l’ex socio in affari di Fabrizio Corona vuole cambiare vita e don Mazzi si è detto disponibile a integrare e soddisfare le sue esigenze di cambiamento.

D.G.

Lele Mora è ancora in carcere

lele mora con il cellulare

Lele Mora è ancora in carcere. L’indiscrezione diffusa ieri dal sito web di cronaca rosa “Socialchannel.it” relativa alla scarcerazione del manager dei vip è stata smentita categoricamente dal suo avvocato, Gianluca Maris, a “Panorama.it”. Il sito internet di gossip e attualità, a cui collabora anche Fabrizio Corona, aveva anche rivelato che Mora si trovava nella comunità Exodus di don Mazzi. Tutto falso! L’avvocato di Mora ha dichiarato che nessuno ha mai presentato un’istanza di scarcerazione, aggiungendo che chi ha lanciato la notizia non conosce il protocollo. Gianluca Maris ha anche smentito il rumor sulla presunta depressione di Lele Mora. «È una persona tranquilla – ha asserito il legale dell’agente dei personaggi famosi -, vuole assumersi le sue responsabilità. Ha uno stato di salute particolare ma mi ha detto che vuole seguire il percorso che prevede la legge – ha concluso -, senza lanciare appelli a nessuno». Alle prossime news e indiscrezioni su Mora!

D.G.

Lele Mora scarcerato dopo 13 mesi?

lele mora resta in carcere

Il potente e famoso agente dei vip, Lele Mora, sarebbe stato scarcerato dopo 13 mesi di prigione. L’ex socio in affari di Fabrizio Corona era in carcere per bancarotta fraudolenta aggravata da 8,5 milioni di euro dal 20 giugno dello scorso anno nel carcere milanese di Opera. La notizia è stata lanciata dal sito internet di cronaca rosa, “Socialchannel.it” che ha citato una fonte molto vicina al manager dei personaggi famosi. Ora sarebbe stato affidato in prova per due mesi con l’obbligo dei servizi sociali alla comunità Exodus di don Mazzi.

Fabrizio Corona ha dichiarato a Tgcom24 di non avere più contatti con Lele Mora da parecchi anni, ma ha comunque difeso il ricco e popolare manager dei vip. Ha affermato che la vicenda giudiziaria di Mora è scandalosa, sottolineando che Lele soffre di problemi di salute.

D.G.

Lele Mora sta bene in carcere, il Gup non fa sconti

Lele Mora

Lele Mora deve rimanere in prigione. Il giudice per le udienze preliminari di Milano, Elisabetta Meyer, non fa sconti. Dopo gli esiti della perizia, richiesta dalla stessa Procura della Repubblica di Milano, il gup ha dichiarato la compatibilità delle condizioni di salute dell’agente dei vip con il carcere. Dal 20 giugno scorso Lele Mora si trova nel carcere di Opera per la bancarotta della sua società, la LM Management, con una distrazione da 8,5 milioni di euro.

Lele Mora ha ricevuto la solidarietà dall’ex premier Silvio Berlusconi, da numerosi politici e personaggi dello spettacolo. E’ dimagrito di oltre 30 kg e soffre di problemi di salute, ma secondo il giudice permangono le esigenze cautelari. Amareggiati e delusi gli avvocati del manager dei personaggi famosi. «Il gip si prende una bella responsabilità a far restare Mora in carcere – ha detto l’avvocato Luca Giuliante -, io e il nostro consulente tecnico siamo molto preoccupati per la reazione che potrebbe avere Lele dopo questa decisione».

D.G.

1904

Condividi questo articolo con i tuoi amici di Facebook

Mar 02/10/2012 da in

Commenta

Ricorda i miei dati

I commenti possono essere soggetti a moderazione prima della pubblicazione, pertanto potreste non vederli direttamente online non appena li inviate. Se ritenuti idonei, verranno comunque pubblicati entro breve.

Pubblica commento
Gabriella 4 agosto 2012 16:29

Pensate che una Signora invalida sta cercando di vendere un rene solo per avere cio’ che costituzionalmente gli e’ dovuto e personaggi come questi con gravi reati penali alle spalle escono di galera quando e come gli fa comodo …Dove ha perso cinquanta chilogrammi? Ogni giorno in carcere muoiono assasinati o suicida detenuti con pene inferiori a due anni ,ossia per quelli che vengono chiamati reati minimali , bagattellari . Vorrei che la Giustizia si occupasse anche di loro , che venisse inoltre reintrotto nel Codice penale il reato di tortura!

Rispondi Segnala abuso
Seguici